Digital strategy


Metodo, metodo e ancora metodo. Per l’esperienza che ho maturato, appare ormai sempre più evidente come fare il consulente digitale richieda un senso della strategia notevole e un’attitudine crossmediale sempre più indispensabile. Non mi riferisco soltanto ai numeri che decretano i successi, chiamati in vari modi: tassi di conversione, return on investment (ROI), key performance indicator (KPI) ecc.

Attraverso i continui sviluppi degli strumenti digitali (portali, landing page ecc.) si possono fare i numeri, le quantità, eppure non sempre sono quantità efficaci, soddisfacenti in termini di fatturato anno per anno. Cosa fa la differenza? Le qualità dei contatti generati (o lead generation) che, attraverso una digital strategy opportuna, preparano il terreno all’intervento specialistico della forza di vendita sul territorio.

Per questo è importante possedere una strategia digitale di successo: il budget viene ottimizzato, specie quando investito presso concessionarie di pubblicità, mentre i risultati sono più certi.