Storytelling


Tanto efficace quanto troppo spesso ignorato, specie in un paese come il nostro, lo storytelling, per certi versi, è il naturale sviluppo delle attività di corporate branding.

Sono diversi i settori in cui esso è sempre più scelto: la produzione industriale, l’intrattenimento, la politica, il non-profit. Ad esempio, una campagna di storytelling di impresa potrebbe essere finalizzata a raccontare la storia di un marchio, la brand story, che sostituisce la vecchia concezione dell’immagine di marca. Diventano interessanti i valori del brand, i suoi sviluppi nei mercati, i successi dell’impresa che ne è titolare e, perché no, tutti quegli insuccessi che hanno contribuito a insegnare qualcosa e a far migliorare la tecnologia produttiva della stessa. La ragione? Nell’era dei social media, i destinatari, di natura B2C ma anche B2B, vogliono sapere sempre di più sull’impresa a cui si interessano, vogliono essere informati quasi fino a farne parte.

Piaccia o non piaccia, le barriere intorno alle aziende cadono e le informazioni sul loro conto sono via via più disponibili: quindi le vecchie tecniche di vendita non funzionano più, l’impresa che è capace di farsi conoscere, comprendere e ricordare risulta vincente.